Covid-19 | Ingresso negli Stati Uniti

FACCIAMO CHIAREZZA

 Chi può entrare negli Stati Uniti e chi no?

 Quali sono le attività concesse a chi è negli Usa con un visto B1 o l'ESTA?

 Qual'è la situazione per gli studenti che intendono partire per un viaggio studio o per uno scambio interculturale?

Con il proseguire dell'emergenza sanitaria e i continui sviluppi in merito alle disposizioni in vigore negli Stati Uniti, cerchiamo di rispondere ai principali quesiti che potrebbero sorgere a coloro che si accingono a intraprendere un viaggio negli USA a scopo lavorativo, turistico o di studio.

Si ricorda che il Dipartimento di Stato ha temporaneamente sospeso il servizio dei visti ordinari in tutte le Ambasciate e Consolati degli Stati Uniti.

CHI PUO' ENTRARE E CHI NO

Secondo quanto disposto dal Dipartimento di Stato non possono entrare negli Stati Uniti:

 I Cittadini stranieri presenti fisicamente nei 26 Paesi dell'Area Shengen per i 14 giorni precedenti l'ingresso negli USA:

Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria.

  Tale disposizione è valida anche per: Cina, Iran, Regno Unito, Irlanda e Brasile

Tali disposizioni non sono valide per i cittadini americani, pertanto l'ingresso negli USA è concesso a:

 Residente permanente legittimo negli Stati Uniti

 Stranieri il cui coniuge sia cittadino statunitense o residente permanente legittimo

 Straniero che sia genitore o tutore legale di un cittadino statunitense o residente pemanente legittimo che non sia coniugato e con meno di 21 anni

 Straniero che sia fratello o sorella di un cittadino statunitense o residente permanente legittimo a condizione che entrambi siano non coniugati e di età inferiore a 21 anni

 Straniero che sia figlio o affidatario di un cittadino statunitense o residente permanente legittimo, o che sia in attesa di adozione e che intenda entrare negli USA ai sensi del visto IR-4 o IH-4

ATTIVITA' CONCESSE CON VISTO B1 

ATTIVITA' CONCESSE CON ESTA

VIAGGI STUDIO 

Dal 15 luglio gli studenti in possesso di un visto F1 o M1 e con I-20 valido possono entrare negli Stati Uniti, a condizione che siano iscritti a corsi di studio che si tengono principalmente in presenza e che non siano interamente online.

Gli studenti sono ancora soggetti ai requisiti del Dipartimento della Sicurezza Nazionale e del Programma SEVIS, oltre che alle misure di contenimento del contagio, indette dalle autorità statali a causa dell’attuale emergenza sanitaria. Gli studenti potrebbero quindi essere sottoposti a quarantena per i 14 giorni successivi all’ingresso negli USA.